Beneficienza: scopri come farla senza aprire (di nuovo) il portafoglio!

Ho già scritto, in diversi post, che la gratitudine e la beneficenza fanno bene, in termini energetici, sia alla tua attività professionale che personale.

Gli articoli puoi leggerli qui e qui e, in sostanza, il punto di partenza è che tanto dai, tanto la vita ti rende indietro moltiplicato dieci volte.

Questo dovrebbe essere già abbastanza per scegliere di fare beneficenza con regolarità, ogni volta che ce n’è occasione e in modo strutturato. In totale fede che quando dai, inevitabilmente ricevi.

Ma fede in cosa? o in chi?

La fede e la fiducia nell’esistenza di regole auree  per cui matematicamente quando ti metti a disposizione di chi ha più bisogno di te, l’Universo avrà premura di far si che tu abbia tutto quello di cui hai bisogno: è infallibile!

Senza fede diventa una questione di allenamento che è fattibile ma è molto più difficile e duro da affrontare. Specialmente perché la regola aurea dice che pesa di più quello che dai quando togli a te stesso piuttosto che la tua eccedenza.

TI potrei raccontare diversi episodi in cui ho “praticato”, con fede, la beneficenza. Certo, oggi me ne ricordo con regolarità ed è un’attenzione che mantengo alta, sempre. Allo stesso tempo non ti nego di averla usata in passato nei momenti in cui le cose non giravano affatto e quello che stavo donando apparentemente serviva molto anche a me.

Eppure non c’è stata volta che a fronte di un gesto del genere, non sia successo qualcosa poi che mi ha permesso di ricreare il flusso corretto.

Sento spesso tante credenze e tante frasi che le persone si dicono per non accedere a questo canale:

  • fa la carità ma sta meglio di me
  • sai quanti soldi raccoglie a fare l’accattone? guadagna più di me
  • se gli do i soldi li spende nella droga, alcool, sigarette, gratta e vinci
  • non ha davvero bisogno perché se gli dai da mangiare invece dei soldi non vuole
  • chissà cosa ci fa con quello che gli dai
  • ho già fatto abbastanza
  • paghi le associazioni ma quelle mica usano i soldi per gli altri, se li intascano

e potrei andare avanti all’infinito.

Eppure ti posso garantire che non c’è niente di più bello che superare lo scoglio che ti blocca dal metter mano al portafoglio per dare a qualcuno che ne ha bisogno. Un’esperienza da fare almeno una volta nella vita è quella di mettere in mano ad un “barbone” cifre inusuali in questo contesto.. cinquanta, cento euro.

Puoi stare certo che non sei mai pronto alla reazione che ricevi e alla quantità d’amore e gratitudine da cui sei investito! Mai, nemmeno alla millesima volta che lo fai.

X0V-xmeg-to

Recentemente, durante un corso di formazione di altissima qualità, ho avuto l’onore, per ben due volte, di entrare in contatto con Don Mazzi e sono rimasta estasiata.

Estasiata nel toccare con mano cosa vuol dire vivere nell’amore per il prossimo, anche quando per la società il prossimo è un reietto, un elemento pericoloso o irrecuperabile e quanta forza ed energia può mettere una persona sola nel costruire un sistema che porge una mano a chi non ne vede tese da chissà quanto tempo.

Don Mazzi è una persona da conoscere perché fa il prete ma nella vita è molto di più, ascoltare la storia della sua vita e come si è avvicinato alla tonaca è da pelle d’oca. Non ti manda a dire mai nulla e non ha peli sulla lingua, certo, e ha una lucidità e una chiarezza d’animo che oggi giorno non siamo più abituati ad incontrare.

Quindi mi sono chiesta cosa poteva fare Pittura Alchemica per avere una soluzione win/win dove ci potesse essere beneficenza e anche tu potessi trarne beneficio. Per questa ragione ho scelto, insieme a Business Angels srls che cura il mio comparto commerciale, di devolvere a Exodus di Don Mazzi, il 10% netto di ogni incasso di Pittura Alchemica.

logo

Giusto perché so che non sei di quelle persone che mettono in dubbio il fatto che le aziende possano scegliere di devolvere parte dell’incassato in beneficenza, devolveremo il 10% a nome nostro e del committente dell’opera che ha generato l’incasso, tutto regolarmente condiviso per maggior chiarezza!

Ps. Il primo, spassionato consiglio è di cogliere l’opportunità in questa vita di entrare in contatto con Don Mazzi per la persona straordinaria che è e entrare nel merito anche di Exodus, comprendere quanto fanno, con che spirito e con quanto amore.

Personalmente sono felice di aver fatto questi passaggi prima di te perché il mondo è come scegliamo di guardarlo e poterne vedere il riflesso attraverso cuori così belli è un privilegio prima di qualsiasi altra cosa!

Diventa davvero un piacere poter contribuire e essere un aiuto concreto per persone e associazioni cosi!

 

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *